Web marketing


Angelo Maggi & Web Solutions - L'avventura ha inizio!

Angelo Maggi & Web Solutions – L’avventura ha inizio!

Ogni artista, musicista, attore dedica migliaia di ore nel praticare la sua più profonda nell’intero arco della sua vita.

Spesso questa passione si dissolve come cenere oppure viene deviata da influenze esterne, di conseguenza l’artista è costretto a smettere o, ancor peggio, a scendere sempre più a compromessi per poter vivere da ciò che ama.

Ma esistono degli uomini che ci hanno creduto talmente fino in fondo che son riusciti a trasformare la loro passione in una professione. Ed è proprio per questo motivo che ci sentiamo onorati di poter lavorare con uno di questi uomini fantastici che si sono abbandonati totalmente alla passione, rinunciando a incarichi professionali importanti per poter raggiungere le forme d’arte più elevate.

Angelo Maggi, pittore e scultore di fama internazionale.

Diplomato all’lstituto d’Arte di Sassari, i suoi interessi vertono sull’antiquariato, la scenografia e la pittura.

La sua particolare attività pittorica gli ha permesso di guadagnare una solida fama anche negli States.

Mentre nella sua città natìa, Sassari, viene installata una delle sue opere più evocative all’interno di una famosa fontana del centro.

Siamo quindi lieti di annunciarvi che Web Solutions Internet Company si occuperà di curare la comunicazione web e la corporate identity del Maestro Angelo Maggi, col fine di condividere le sue magnifiche opere anche nel mondo digitale.

Il nostro supporto si concentrerà prevalentemente sulla comunicazione online ed in particolare sui social network. Sarà nostro compito fornire qualche buona strategia di marketing da applicare da subito nel suo business, enfatizzando la purezza e l’originalità delle sue opere.

 

.

 

 

Share Button

Oldweb Today - Com'era il tuo sito web negli anni 90?

Oldweb Today – una macchina del tempo che ti permetterà di navigare su tutti i siti che desideri, in qualsiasi anno tu scelga, con addirittura i browser dell’epoca!

 

Probabilmente ricordi benissimo le figurine Panini, la bella Angelina Jolie in HackersDawson’s Creek, e un giovanissimo Leonardo Di Caprio in Titanic, ma ricordi com’era il tuo sito negli anni 90? Il portale OldWeb Today ti porterà indietro nel tempo per farti rivisitare i tuoi siti preferiti come facevi tanti anni fà. Utile per semplice curiosità o per una profonda analisi di web marketing.

Probabilmente eri uno dei primi precursori ad avere un sito web personale/aziendale, o probabilmente l’hai avuto nei primi anni 2000, ormai è passato tanto di quel tempo che si fatica a ricordarlo con esattezza, anche se, i nostalgici come noi pensano sempre che gli anni 90 erano solo 10 anni fà.

Ma ammettiamo fossero passati solo 5 anni, quante modifiche ha subito il nostro sito? Ricordo un periodo intenso in cui passavo le giornate (e le nottate soprattutto) a ricercare la struttura ottimale del mio sito o la grafica più accattivante adatta all’ultima strategia di marketing studiata a tavolino per settimane.

Così ho provato Oldweb Today, un portale dove potrai vedere la nascita e la crescita di qualsiasi sito in qualsiasi anno dopo la sua creazione. Potrai navigare come facevi una volta, grazie anche alla possibilità di utilizzare i browser dell’epoca come Netscape o Mosaic.

 

Cosa è Oldweb Today e come funziona.

Oldweb Today è il portale creato dal programmatore Ilya Kreymer e finanziato dalla Shuttleworth Foundation, ovvero la fondazione di Mark Shuttleworth, fondatore e sviluppatore di Ubuntu. 

Il suo punto di forza è l’interfaccia grafica, semplice, immediata ed intuitiva, un pò come la mitica DeLorean del celebre film “Ritorno al futuro“.

Prima di tutto è necessario selezionare il browser col quale si desidera”surfare” nel vecchio World Wide Web. Son disponibili i seguenti browser: NSCA Mosaic, Netscape Navigator, Internet Explorer, Safari, Google Chrome, Chromium e Mozilla Firefox.

Dopodiché inseriamo l’indirizzo URL al quale intendiamo accedere, es. www.wsworld.it.

Infine inseriamo la data ed il momento esatto della versione vecchia del nostro sito che abbiamo intenzione di visitare.

A questo punto, Oldweb Today carica semplicemente i contenuti del sito, nella data indicata, sulla finestra del browser creato in un ambiente virtuale.

Puoi visitare qualsiasi sito in qualsiasi epoca dopo la sua creazione, puoi utilizzare i dati raccolti per fini di analisi sull’evoluzione grafica e funzionale.

Ecco un esempio di come era il nostro sito nei primi anni 2000!

 

 

 

 

Come potete notare la tecnologia, in appena 16 anni, ha fatto dei passi da gigante: è cambiata la grafica, è cambiata la struttura, ma soprattutto son cambiate le esigenze degli “internauti“, di noi fruitori di siti web.

Un servizio della NBC ci racconta (ricorda) com’era internet tanto tempo fà.

 

 

Oggi è viva la richiesta di consultare siti veloci, responsive, con una grafica ispiratrice e soprattutto con un ottimo posizionamento sui motori di ricerca (SEO).

Divertiti anche tu a surfare nel vecchio web con Oldweb Today e raccontaci le tue esperienze!

Non hai un sito internet? Contattaci per un preventivo gratuito!

 

 

Share Button

Pandora e il vaso delicato

Pandora ha scoperchiato un vaso delicato.

Forse non con le stesse conseguenze di aprire il suo e scatenare tutti i mali del mondo, ma con la sua ultima pubblicità la nota azienda danese Pandora ha scatenato una vera e propria bufera riassumendo in un solo cartellone uno dei più fastidiosi stereotipi “assegnati” alle donne: “”

La prima a pubblicare la notizia è stata l’organizzazione no-profit LeFanFarl. Il post, che ha raggiunto immediatamente milioni di condivisioni, con commenti come “Pubblicità da medioevo” e “Per Natale le donne vorrebbero rispetto”, ha subito preso piede, grazie anche all’uso dell’hashtag #EpicFail, notoriamente usato per evidenziare le “cadute di stile”.

L’azienda si scusa e spiega il significato dell’enorme cartellone incriminato e probabilmente frainteso dalle persone che lo hanno visto per la prima volta affisso nella metro di Milano; non si voleva sicuramente far arrivare un messaggio dove si descrive una donna anacronistica anche per gli anni 50.

<<Abbiamo notato che il messaggio è stato frainteso. Quanti di voi hanno ricevuto a Natale un regalo non gradito? Questa iniziativa è nata dai risultati della ricerca di come, molto spesso, le donne a Natale ricevano un regalo sbagliato.>>

L’azienda ha voluto giocare con gli stereotipi, non riuscendo però a far arrivare il messaggio che in realtà avrebbe voluto trasmettere. Chiude così la sua dichiarazione per quanto riguarda il cartello pubblicitario: <<Auguriamo a tutte voi di ricevere proprio ciò che desiderate>>.

Nella cultura e nel mondo di adesso bisogna sempre far bene attenzione a che vaso scoperchiare: non si sa mai cosa potrebbe saltar fuori.

 

 

 

Share Button